Tag-Archive for ◊ fai da te ◊

Author: admin
• lunedì, settembre 06th, 2010

Il mio primo consiglio è quello di effettuare un tagliando alla propria auto ogni 10.000 km e non dopo 30.000 km come ultimamente consiglia qualche casa automobilistica… loro guadagnano più sulle rotture che nei cambi d’olio! Ecco cosa potete fare da soli senza ricorrere al meccanico:

1- Cambio dell’olio:  ci sono due modi, uno togliendo il tappo che si trova nella parte inferiore del blocco motore l’altro tramite pompa aspira olio calando il tubicino attraverso il foro della stecca dell’olio. Ricordatevi di far scaldare leggermente il motore per far si che l’olio sia leggermente più fluido. A questo punto controllate sul libretto di uso e manutenzione quanto olio bisogna mettere per riempire la coppa dell’olio e la gradazione Sae (es. 10w40). Una volta svuotata completamente la coppa sostituire “sempre” il filtro dell’olio che di solito si trova nella parte inferiore o nella parte anteriore del vano motore. Una volta cambiato il filtro e rimontato possiamo procedere al ricarico del nuovo olio, controllando man mano che la stecca dell’olio sia bagnata tra il min e il max, non superare mai il max rischio rottura di qualche guarnizione motore specialmente nei motori di ultima generazione.
2-Sostituire filtro aria: questo è un passaggio molto più semplice. Di solito il filtro dell’aria si trova nella parte superiore del motore. La scatola dove è alloggiato è chiusa da dei piccoli ganci, una volta aperti basta sostituire il vecchio con il nuovo.Consiglio sempre di sostituirlo perché soffiandolo con l’aria del compressore rischiamo di far passare  qualche granello di polvere dal lato opposto.
3-Sostituire filtro carburante: nei motori diesel va sostituito più spesso e per facilitare ciò lo troviamo molto più a portata di mano sempre nel vano motore, mentre per i motori a benzina si possono per correre anche 30.000 e di solito si trova in posti un po’ più scomodi o vicino al serbatoio oppure sotto la vettura.

Per gli altri interventi consiglio un buon meccanico.
Non risparmiare mai sull’olio che per il motore è  linfa vitale. L’olio pulito ed abbondante assicura un buon rendimento e una maggior durata.

Author: admin
• lunedì, settembre 06th, 2010

Le tapparelle vengono sollecitate ogni giorno e non è raro che subiscano rotture o presentino un’usura . L’intervento che più spesso si rende necessario è la sostituzione della cinghia di sollevamento strappata o molto usurata e pericolosa. Intervenire é facile. Ecco come fare:

1- Aprite il cassonetto spostando verso l’alto il pannello anteriore fino a liberarlo dall’incastro, quindi tiratelo verso il basso per asportarlo.
2- Eliminate la vecchia cinghia, in parte avvolta sulla puleggia del rullo, sfilandola dai rullini del cassonetto e dalla fessura nella puleggia. Ricordatevi prima di gettarla   di prendere la lunghezza così da tagliare la nuova cinta della stessa lunghezza.
3- Alzate completamente la tapparella agendo con le mani sul rullo e sulla puleggia, quindi bloccatela.
4- Fate passare la nuova cinghia nei rullini del cassonetto, quindi fissatela sulla puleggia , con un nodo, dopo averle fatto fare due giri. Ora potete far scendere la tapparella
5-Nella parte bassa estraete l’avvolgitore dalla sua sede e liberatelo dalla vecchia cinghia. Quindi “caricatelo” ruotandolo più volte con le mani stando molto attenti una volta caricata la molla.
6-Fate passare la nuova cinghia nei rullini guida e bloccatela all’avvolgitore con l’apposita vite oppure la piccola grappa che fuoriesce. Ora potete inserire l’avvolgitore nella sua scatola
7-Fissate l’avvolgitore al muro (oppure nell’infisso) stringendo le apposite viti. Quindi alzate piano la tapparella per verificarne il funzionamento