Archive for the Category ◊ Cucina ◊

Author: admin
• lunedì, ottobre 31st, 2011

Voglio illustrarvi con un video molto esplicativo come spinare un pesce. Non abbiate paura, è molto facile, basta non essere troppo schizzinosi.

Attrezzi: Prima di tutto munirsi di un coltello molto affilato, una tavola e un paio di pinzette per spinare il pesce.

Procedimento: Acquistate un’orata  di Allevamento o Pescata. La differenza sta solo nella grandezza, il sapore è ottimo in entrambi i casi. Su richiesta viene svuotata dalle interiora nella pescheria di fiducia.

Veniamo a noi, seguendo l’apertura fatta per la pulizia cerchiamo di dividere in due il pesce e togliere la lisca centrale con la testa, a questo punto avremo pronti i due filetti. Ora  dobbiamo togliere la pelle, poggiando quest’ultima sulla tavola facciamo passare il coltello tra la pelle e le carni e manteniamo il coltello a 45° rispetto al piano. Dopo questa operazione passiamo le mani sul filetto per sentire le spine ed una alla volta toglierle con le pinzette.

Cottura: La cottura è molto semplice un filo d’olio in una padella e una breve rosolata, dopo di che aggiungere una manciata di pomodorini pachino ed aggiustare con il sale (anche se è un pesce di mare va sempre condito)

Forse con il video sarà più facile capire!!!

Author: admin
• lunedì, settembre 13th, 2010

Voglio proporvi un ottimo procedimento per preparare la Pizza nel forno di casa. Il segreto per una buona riuscita è quello di preparare un’ottimo impasto, cominciamo con l’elencare i componenti:

Ingredienti: 1300 gr di farina tipo 00, 500 gr di farina Manitoba (una a buon mercato è la Alimonti, si trova spesso nei supermercati Auchan, è una farina americana che serve a rafforzare tutte le altre farine), 5 gr di lievito di birra in panetto (consiglio di non usare quelli secchi nelle bustine perchè non sono la stessa cosa), 700 dl d’acqua possibilmente minerale, 300 dl di birra (una lattina), 1/2 bicchiere di olio, 50 gr di sale.

Procedimento: Consiglio per non faticare “sette camice” di acquistare una semplice impastatrice. On-line si trovano, non eccessivamente costose,  sui 100-120 €.

Prendiamo ora l’acqua tiepida e cominciamo a sciogliere il lievito, una volta sciolto aggiungiamo la birra e l’olio,  unito il tutto cominciamo ad aggiungere un pò alla volta la farina senza dare la precedenza a nessuna delle due, ricordiamoci di mantenere l’impasto sempre morbido fino alla fine. Il sale va aggiunto nella fase finale prima di mettere gli ultimi grammi di farina, vi dico ciò perchè non deve venire mai a contatto diretto con il lievito. L’impasto adesso, come si dice in gergo, dovrebbe essere bello grasso, quindi morbido ma non appiccicoso e pronto all’uso. Mi raccomando non eccedere con la farina, quella sopra citata è abbastanza.

Metterlo quindi in un contenitore chiuso  almeno 3 volte più grande del panetto e farlo riposare per almeno 4-5 ore (se volete potete impastarla anche il giorno prima). Una volta fatta rilievitare dopo un primo rimpasto potete suddividere  in panetti da 350-400gr  (la dose che generalmente serve per una teglia da forno di casa), lasciamo riposare i panetti per un’oretta. Trascorso questo tempo cominciamo a stendere il panetto sulla tavola, rigorosamente senza mattarello ma con un pò di manualità, adagiamolo su una buona teglia da pizza (senza carta forno) oleandola leggermente. La nostra base è pronta per essere condita nei modi che più preferiamo.

Per gli amanti della trippa (precedentemente cotta alla Romana) consiglio di condirla con essa e a fine cottura aggiungere un goccio d’olio e una gran spolverata di Pecorino.

Category: Cucina  | Tags: , , ,  | 2 Comments