Archive for ◊ settembre, 2010 ◊

Author: admin
• lunedì, settembre 13th, 2010

Voglio proporvi un ottimo procedimento per preparare la Pizza nel forno di casa. Il segreto per una buona riuscita è quello di preparare un’ottimo impasto, cominciamo con l’elencare i componenti:

Ingredienti: 1300 gr di farina tipo 00, 500 gr di farina Manitoba (una a buon mercato è la Alimonti, si trova spesso nei supermercati Auchan, è una farina americana che serve a rafforzare tutte le altre farine), 5 gr di lievito di birra in panetto (consiglio di non usare quelli secchi nelle bustine perchè non sono la stessa cosa), 700 dl d’acqua possibilmente minerale, 300 dl di birra (una lattina), 1/2 bicchiere di olio, 50 gr di sale.

Procedimento: Consiglio per non faticare “sette camice” di acquistare una semplice impastatrice. On-line si trovano, non eccessivamente costose,  sui 100-120 €.

Prendiamo ora l’acqua tiepida e cominciamo a sciogliere il lievito, una volta sciolto aggiungiamo la birra e l’olio,  unito il tutto cominciamo ad aggiungere un pò alla volta la farina senza dare la precedenza a nessuna delle due, ricordiamoci di mantenere l’impasto sempre morbido fino alla fine. Il sale va aggiunto nella fase finale prima di mettere gli ultimi grammi di farina, vi dico ciò perchè non deve venire mai a contatto diretto con il lievito. L’impasto adesso, come si dice in gergo, dovrebbe essere bello grasso, quindi morbido ma non appiccicoso e pronto all’uso. Mi raccomando non eccedere con la farina, quella sopra citata è abbastanza.

Metterlo quindi in un contenitore chiuso  almeno 3 volte più grande del panetto e farlo riposare per almeno 4-5 ore (se volete potete impastarla anche il giorno prima). Una volta fatta rilievitare dopo un primo rimpasto potete suddividere  in panetti da 350-400gr  (la dose che generalmente serve per una teglia da forno di casa), lasciamo riposare i panetti per un’oretta. Trascorso questo tempo cominciamo a stendere il panetto sulla tavola, rigorosamente senza mattarello ma con un pò di manualità, adagiamolo su una buona teglia da pizza (senza carta forno) oleandola leggermente. La nostra base è pronta per essere condita nei modi che più preferiamo.

Per gli amanti della trippa (precedentemente cotta alla Romana) consiglio di condirla con essa e a fine cottura aggiungere un goccio d’olio e una gran spolverata di Pecorino.

Category: Cucina  | Tags: , , ,  | 2 Comments
Author: admin
• domenica, settembre 12th, 2010

Iniziamo col parlare dell’utilità del montaggio dei distanziali che aumentano la carreggiata ed in teoria la tenuta di strada anche se c’è la possibilità di non accorgersene per niente, comunque l’effetto ottico fa l’auto un pò più assettata.

Come procedere al montaggio:

Allentare i bulloni della ruota con una chiave per ruote che può essere una 17″ o una 19“, sollevare l’auto fino a che la ruota non è perfettamente sollevata da terra, svitare del tutto e togliere i bulloni, a questo punto togliamo la ruota e posizioniamo il distanziale, della misura che desideriamo, tra la ruota ed il disco freno. Alcuni possono essere fissati ed altri basta solo appoggiarli, rimontiamo ora la ruota sostituendo i bulloni con quelli del kit distanziali, avendo allontanato la ruota dal mozzo il bullone originale non è più sufficente, una volta stretti possiamo riabbassare l’auto accertandoci di nuovo di aver stretto bene i bulloni.

L’auto prima del montaggio

Dopo il montaggio del distanziale da 12mm

Category: Meccanica  | Tags: , , ,  | Leave a Comment
Author: admin
• domenica, settembre 12th, 2010

Se acquistate delle tele da qualunque venditore on-line oppure in un qualunque negozio, per poi appenderle al muro dovrete per forza creare dei telai su misura!!

Iniziamo col parlare del materiale che serve per la realizzazione:

Materiale: listelli in legno della misura che preferite (per un’intelaiatura classica va bene 15mmx30mm invece per un telaio detto 3D  30mmx40mm), una semplicissima spara punti, un seghetto oppure meglio ancora una sega circolare, un metro.Ora passiamo al procedimento:

1 passo: tagliare i listelli a misura, nel prendere le misure tenere conto della larghezza del listello

2 passo: accoppiarli tra di loro ed unirli con la sparapunti, prima da un lato e poi dall’altro per aumentare la solidità


3 passo: a questo punto ci ritroviamo ad avere un rettangolo della misura della tela che abbiamo precedentemente acquistato, prendiamo  4 pezzi di listello lunghi circa 10 cm con taglio da entrambi i lati a 45°,  per poterli posizionare negli angoli,  fissiamo anch’essi con la sparapunti ed il gioco è fatto

4 passo: stendere la tela e posizionate il telaio precedentemente  assemblato su di essa, centrandola, cominciare a risvoltare la tela tenedola in tiro e fissandola al telaio con la sparapunti.

Ora non vi resta che prendere il quadro ed appenderlo alla parete!!!!!

Category: Falegnameria  | Tags: , , ,  | 2 Comments
Author: admin
• lunedì, settembre 06th, 2010

Il mio primo consiglio è quello di effettuare un tagliando alla propria auto ogni 10.000 km e non dopo 30.000 km come ultimamente consiglia qualche casa automobilistica… loro guadagnano più sulle rotture che nei cambi d’olio! Ecco cosa potete fare da soli senza ricorrere al meccanico:

1- Cambio dell’olio:  ci sono due modi, uno togliendo il tappo che si trova nella parte inferiore del blocco motore l’altro tramite pompa aspira olio calando il tubicino attraverso il foro della stecca dell’olio. Ricordatevi di far scaldare leggermente il motore per far si che l’olio sia leggermente più fluido. A questo punto controllate sul libretto di uso e manutenzione quanto olio bisogna mettere per riempire la coppa dell’olio e la gradazione Sae (es. 10w40). Una volta svuotata completamente la coppa sostituire “sempre” il filtro dell’olio che di solito si trova nella parte inferiore o nella parte anteriore del vano motore. Una volta cambiato il filtro e rimontato possiamo procedere al ricarico del nuovo olio, controllando man mano che la stecca dell’olio sia bagnata tra il min e il max, non superare mai il max rischio rottura di qualche guarnizione motore specialmente nei motori di ultima generazione.
2-Sostituire filtro aria: questo è un passaggio molto più semplice. Di solito il filtro dell’aria si trova nella parte superiore del motore. La scatola dove è alloggiato è chiusa da dei piccoli ganci, una volta aperti basta sostituire il vecchio con il nuovo.Consiglio sempre di sostituirlo perché soffiandolo con l’aria del compressore rischiamo di far passare  qualche granello di polvere dal lato opposto.
3-Sostituire filtro carburante: nei motori diesel va sostituito più spesso e per facilitare ciò lo troviamo molto più a portata di mano sempre nel vano motore, mentre per i motori a benzina si possono per correre anche 30.000 e di solito si trova in posti un po’ più scomodi o vicino al serbatoio oppure sotto la vettura.

Per gli altri interventi consiglio un buon meccanico.
Non risparmiare mai sull’olio che per il motore è  linfa vitale. L’olio pulito ed abbondante assicura un buon rendimento e una maggior durata.

Author: admin
• lunedì, settembre 06th, 2010

Ogni condizionatore è dotato di filtri d’aria, che raccolgono e fermano le impurità dell’aria, tra cui polvere e batteri.  Il perfetto stato di pulizia dei filtri non solo  serve ad avere un ricambio d’aria migliore ma anche a far si che il condizionatore lavori in maniera ottimale.
Di solito troviamo due tipi di filtri, uno di retina plastica che serve per trattenere la polvere e l’altro  ai carboni attivi per trattenere batteri e per  filtrare l’aria.
Il primo va pulito periodicamente almeno ogni cambio di stagione, semplicemente con normalissimo sgrassatore e poi risciacquato delicatamente con acqua tiepida.
Il secondo a vostra discrezione  va sostituito del tutto, visto che i carboni una volta saturati non svolgono più la loro funzione di filtraggio .